mercoledì 21 luglio 2021

Recensione Fidanzato part time di Anna Zarlenga

Pubblicato da Jess91 a 19:51:00 0 commenti

Buonasera! Con gioia sto notando che finalmente riesco nuovamente a ritagliare il tempo per leggere e scrivere, nonostante i diversi impegni! Purtroppo, devo ammetterlo, durante l'anno sono abbastanza altalenante, quindi possono capitare dei periodi in cui sembro "sparire", mentre altri torno ad essere più o meno presente sul blog. Non fateci caso! 😅

Dunque, oggi sono qui per parlarvi di un romanzo appena terminato, Fidanzato part-time di Anna Zarlenga, edito da Newton & Compton. Della stessa autrice ho letto e recensito Spiacente, non sei il mio tipo e mi era piaciuto... Anche questa volta non posso dire il contrario. Anna scrive in maniera semplice, senza troppi fronzoli (che poi è lo stile di scrittura che piace usare anche a me), va dritta al punto e stavolta ci fa conoscere due personaggi un po' particolari, ma allo stesso tempo genuini, puliti: Lisa e Mike. Ora vi racconto qualcosa in più...

TRAMA: Lisa è una ragazza schiva e un po’ imbranata. Dalla sua scrivania osserva furtivamente il bel medico per il quale lavora come segretaria, sapendo che non riuscirà mai a rivelargli quello che prova. Un invito inaspettato da una ex compagna di scuola, che sta organizzando una rimpatriata con i vecchi amici, la mette improvvisamente di fronte a due verità che mal riesce ad accettare e che la fanno sprofondare nel malumore: non ha ancora realizzato niente nella vita e, soprattutto, è single. Ragion per cui sarà costretta a presentarsi da sola a quel rendez-vous. È troppo da sopportare. Occorre trovare una soluzione.

Mike lavora nella pizzeria che appartiene alla sua famiglia da generazioni. Sexy e desiderato, è soprannominato “Mike pizza e merengue”, per il modo disinvolto con cui impasta la pizza. La sua superficialità nelle relazioni amorose non piace però al nonno, che vorrebbe quindi affidare la gestione della pizzeria al fratello, ritenuto più “responsabile”. Anche Mike deve trovare una soluzione. Lisa e Mike non potrebbero essere più diversi, eppure condividono un obiettivo: fingere di avere un partner. E allora, che la messinscena abbia inizio! Un piano semplice, efficace e indolore. O forse no?

Definirei questo libro con un solo aggettivo principale: semplice. E per me, le cose semplici sono sempre state belle: persone, cose, caratteri... Ok, un po' le cose ingarbugliate attirano, ci stuzzicano, ma quanto è bello scoprire poi di avere a che fare con delle cose genuine, semplici? Ecco, a me questo ha colpito subito di Lisa e Mike "pizza e merengue". Che poi, devo ammetterlo, la pizza margherita è sempre stata una delle mie preferite (e continua comunque ad esserlo!). Lei è un po' imbranata, apparentemente un tipo anonimo, che lotta ancora con un passato "da sfigata" troppo ingombrante e che merita di essere spazzato via... Peccato si ripresenti sotto le spoglie della malefica Greta (odiosa fino all'osso!). La nostra protagonista ha un debole per il medico per cui fa la segretaria e ha un adorabile amico, che mi ha ricordato per certi aspetti l'Alex del mio romanzo per Butterfly, quindi non ho potuto che adorarlo dall'inizio alla fine! Anyway... anche Mike è un personaggio molto interessante, che sembra tirarsela (ma giusto un po'), quando in realtà è davvero un ragazzo semplice e genuino come la sua amata pizza e come la famiglia che l'ha cresciuto... A me è tornata troppo la voglia di fare un salto giù a Napoli e mangiare una bella pizza, non so a voi!

La storia è piuttosto semplice, non ci sono particolari colpi di scena e la lettura scorre tranquilla, senza dilungarsi troppo. Mi sono piaciuti soprattutto gli scambi di battute tra i due protagonisti, che sottolineano molto la natura insicura e a volte "auto sabotatrice" di noi esseri umani, del tipo "io faccio questo perché provo quest'altro, ma tu non lo devi sapere!". Ecco, più o meno è così che va ed è così che - e perché - mi è piaciuto!

VOTO: 3.5 + 

 + 

giovedì 24 giugno 2021

Recensione Come nessuno al mondo di Amabile Giusti

Pubblicato da Jess91 a 15:11:00 0 commenti

Buon pomeriggio! Eccomi qui, come anticipato, per un'altra recensione. Oggi vi parlo un po' di Come nessuno al mondo di Amabile Giusti. Sarò sincera, non ho ancora ben chiaro il mio giudizio, ma ci proverò comunque, ragionando insieme a voi.

TRAMA: Diane è una ragazza discreta e un po’ timida, alle prese col suo primo anno di università. Ha un rapporto complicato con la madre, un’attrice hard dal temperamento sprezzante. Un giorno, al campus, incontra Derek, ventun anni di sfrontata bellezza e ingestibile strafottenza, che insegna surf sulla spiaggia di Santa Monica e non è certo uno studente modello, nonostante sia il figlio del rettore del college. I due, da subito, non si sopportano: Diane, che scrive racconti ed è segretamente invaghita dell’ineffabile Rupert, suo professore di letteratura, trova Derek ignorante e maleducato, e lui non perde occasione per prendersi gioco di lei e maltrattarla, anche in pubblico. Alcune impreviste circostanze, tuttavia, li fanno avvicinare più di quanto entrambi avrebbero mai creduto possibile, e i due giovani cominciano a guardarsi reciprocamente con occhi diversi. Che la dolce Diane sia più forte e caparbia di quanto appare, e il rude Derek meno insensibile di quanto i suoi modi mostrino? Sullo sfondo di una splendida Los Angeles, tra corse in moto, feste universitarie e spiagge assolate, Derek e Diane impareranno che le cose non sono mai come sembrano, e che l’amore vero, quando arriva, ti travolge e ti cambia.

Allora, parto con l'ammettere che inizialmente non ero del tutto convinta di questa lettura, in particolare quando mi sono ritrovata a leggere i primi capitoli scritti dal punto di vista di Derek, perché il suo personaggio non mi piaceva molto, anzi, l'ho trovato piuttosto irritante (probabilmente era proprio l'intento della scrittrice, chissà...). La trama stessa mi aveva lasciata un pochino perplessa: il ragazzo stron*etto che si innamora della classica sfigata? Mah... Però avendo già letto un altro libro di Amabile mi sono detta "dai, proviamo!", ero curiosa di scoprire come il tutto si sarebbe svelato e sconvolto, mano a mano. Quindi ecco, piano piano nel corso della lettura il mio giudizio è migliorato parecchio, forse perché è cambiato comunque il pensiero e il giudizio verso il personaggio stesso. 
Amabile ci fa entrare proprio nella testa dei suoi protagonisti (io stessa ho scritto in passato usando più POV, è una cosa che adoro proprio perché aiuta il lettore ad immedesimarsi e a capire in maniera più approfondita la storia e i personaggi che la compongono!). Diane mi è piaciuta maggiormente rispetto a lui fin dall'inizio, specialmente per il suo desiderio di dare un taglio netto con il suo passato, per la sua voglia di cambiare vita e l'"odio" verso lo stare forzatamente sotto i riflettori.

Dei personaggi secondari mi è piaciuto in particolare Karl, l'uomo della spiaggia, saggio, gentile, quasi paterno per entrambi. Anche la figura del professore mi ha affascinata e incuriosita, peccato non sia stata approfondita al punto che pensavo. Nessuna nota particolare per gli altri personaggi, poiché per alcuni di essi non si può che provare oggettivamente odio e rifiuto (vedi Esteban). Ok, mi ha deliziato leggere di Derek-il-gatto, proprio perché chi mi conosce un minimo sa quanto io adori i felini (difatti in casa ne abbiamo 3). 

Senza andare troppo per le lunghe, a conti fatti non me la sento di sconsigliare la lettura di questo romanzo, assolutamente, perché alla fine ribadisco di aver rivalutato io stessa il personaggio di Derek stesso e la storia nel suo complesso, tuttavia al momento non ritengo di riuscire a dare un voto altissimo, o comunque non al pari dell'altro romanzo letto della stessa autrice, Tentare di non amarti (che mi era piaciuto moltissimo).  

VOTO: 



Voi l'avete letto? Che ne pensate? Se vi va lasciatemi un vostro pensiero a riguardo nei commenti! :)


martedì 22 giugno 2021

Recensione Come una piuma sull'acqua di Martina Annicelli

Pubblicato da Jess91 a 17:09:00 0 commenti

Ciao a tutti! Mamma mia, è passato un secolo dall'ultimo post, chiedo veramente perdono. Ho continuato a leggere in questo periodo, anche se a dirla tutto ho ripreso con ritmi un po' più serrati solo di recente. Oggi sono qui proprio per parlarvi di una lettura terminata da pochi giorni e che mi è piaciuto parecchio: Come una piuma sull'acqua di Martina Annicelli, edito da Cherry Publishing.

TRAMAIris Lambert vive ad Hokkaido dopo aver lasciato Atlanta, la sua città natale. Lontana dalla sua famiglia e dal suo paese, combatte ogni giorno contro un opprimente demone: l'antropofobia. La paura delle relazioni sociali la confina nella solitudine e, allo stesso tempo, la protegge dal male del mondo, un compromesso equilibrato che la ragazza ha accettato per anni. Eppure, all’ultimo anno di università, libri e film sembrano non essere più sufficienti a darle l’ispirazione, mettendo a repentaglio il suo sogno più grande: diventare una scrittrice. Tuttavia, Iris non metterebbe mai in pericolo il suo equilibrio e la sua armonia, se non quando vengono bruscamente interrotti dal nuovo inquilino del suo palazzo, William Miller. Will irrompe nella sua vita come un fulmine a ciel sereno, insinuandosi tra le sue insicurezze e accompagnandola nella riscoperta del mondo, di sé stessa e, forse … anche dell’amore.

Questo libro parla di un tema molto delicato: l'antropofobia. Non sapevo bene in cosa consistesse, pensavo appunto ad una forma d'ansia, ma la scrittrice ha reso tutto molto chiaro ed evidente, attraverso Iris, la protagonista. La ragazza soffre di una forma d'ansia molto seria a contatto con altre persone, specialmente se costretta con loro in spazi ridotti. Tachicardia, sudorazione, mente annebbiata e altri sintomi che ci fa condividere insieme a lei quando si ritrova in momenti come quelli. Ma Iris non è solo antropofobia, è anche amore per la scrittura, per il caffè, per il Giappone... in realtà ama anche le persone in fondo, perché altrimenti non scriverebbe proprio di loro nei suoi libri. Peccato però che questa paura la costringa a mantenere sempre le distanze. Distanze che però sradicherà William, il protagonista maschile di questa storia. Io ho veramente adorato William, mi è piaciuto un sacco! Non voglio spoilerare troppo, ma credo piacerà molto anche a voi. Non è il classico stronzetto figo che sfotte la protagonista e poi, casualmente, se ne innamora... 

È una storia che affronta un tema importante, ma lo fa in maniera scorrevole, in punta di piedi e a volte in maniera più diretta e decisa, quasi come uno schiaffo in faccia. Si divora il libro di Martina Annicelli, quindi per tutte queste ragioni non posso che consigliarvene la lettura!

Un caro saluto a tutti e alla prossima recensione, che vi anticipo riguarderà un libro di Amabile Giusti.

P.S. sono anche su Instagram, nel caso facciate uso dei social! <3 

VOTO


mercoledì 29 luglio 2020

Mini recensione "Amore, Karma e altri Garbugli" di Fabiana Redivo

Pubblicato da Jess91 a 15:57:00 5 commenti
Buon pomeriggio! Qui si muore di caldo e se non fosse per il condizionatore che ho in casa, credo mi sarei ormai sciolta da un pezzo... come sono le temperature da voi? Sopportabili o ingestibili come dalle mie parti? Anyway, oggi sono qui con una nuova recensione! Vi dico subito che ho A-D-O-R-A-T-O questo libro dall'inizio alla fine! Iniziamo con qualche informazione e dalla copertina (che è stupenda!).

 TRAMA:

Ti sei mai chiesta se il karma esista veramente?
Se poi agli equivoci, si aggiungono anche i sentimenti e la passione, sei proprio fritta!
Ti presento Sam, un affascinante avvocato in carriera con la passione segreta della musica, fidanzato con una fashion blogger che come il diavolo veste solo Prada. Aggiungiamo Vera, una giovane scrittrice di talento che oltre a gestire la casa editrice in società con la zia, scrive romanzi giallo-rosa sotto uno pseudonimo blindato dal segreto più assoluto. Sei curiosa adesso?
Ti assicuro che lo è anche Sam che, suo malgrado, viene obbligato sotto ricatto a insidiare il cuore di Vera per svelare il mistero.
Tra libri, pattini, vodka-martini, locali notturni e musica jazz, è davvero un bel garbuglio.
Ma il karma è in agguato. Ed è armato di arco e frecce, proprio come Cupido.




E' la prima volta che leggo qualcosa di Fabiana e il suo stile mi è piaciuto moltissimo, poi ho sempre adorato - sia leggere che scrivere! - con diversi POV. I personaggi sono favolosi, mi sono piaciuti tutti, sia in senso positivo che negativo (vedi Claire, alias papera). Vera poi è fantastica, mi è piaciuta un sacco! Con la passione dell'editoria (gestisce ed è co-titolare di una CE insieme a sua zia), della scrittura, del buon cibo e ovviamente dei bei manzi come Sam, Mr. Garbuglio... come non adorarla? Ecco, vi ho anche introdotto il personaggio maschile, Sam, appunto. Inizialmente temevo fosse il solito cliché dell'avvocato stronzo e che lui mi sarebbe stato piuttosto antipatico, invece non è stato assolutamente così, tutto il contrario! L'animo ribelle, l'amore per la musica, per le cose belle e pure, vere. La voglia e la determinazione di andare contro tutto e tutti pur di raggiungere i propri sogni. Mi è anche piaciuto (ormai sto diventando ripetitiva, pardon!) il crescendo del loro rapporto e com'è stato sempre ben descritto dall'autrice. Le loro frecciatine iniziali, lei che scappa da lui (ma senza esserne troppo convinta)... il loro ritrovarsi continuamente e sorprendentemente vicini (il famoso karma!)... Insomma, questo libro è decisamente un bello grosso e vi consiglio, se non l'avete già fatto, di correre a leggerlo perché merita tantissimo! 

IL MIO VOTO



E voi lo conoscevate già? L'avete letto? Se sì, lasciatemi la vostra opinione in un commento!

A presto! :)

Jess

venerdì 10 luglio 2020

Segnalazione "Quando t'innamorerai" di Tania Paxia

Pubblicato da Jess91 a 10:54:00 1 commenti
Buongiorno a tutti! Al rientro della mia mini vacanza al mare con il mio ragazzo (se non siete mai stati ad Ischia vi consiglio di andarci!), nella posta elettronica ho trovato con gioia l'email di Tania Paxia, che m'informava dell'uscita di un suo nuovo romanzo. Tempo fa ho avuto il piacere di leggere un suo romanzo (vi lascio QUI la recensione) ed eccomi qui per segnalarvi la sua nuova uscita!

Titolo: Quando t’innamorerai
Autore: Tania Paxia
Editore: Self publishing
Genere: Narrativa rosa
Data uscita: 07/07/20
Prezzo: 2,99€ e GRATIS in abbonamento Kindle Unlimited
Pagine: 361 ebook
ASIN: B08CHGJ6Z7

Trama
“Sentirai una specie di magia nell'aria e allora sarà bellissimo. Sarà bellissimo quando t’innamorerai”.
Marnie Whittacker ha ventisette anni e lavora come cake designer al Duke of Cakes, la pasticceria più in voga di Manhattan. Il suo fidanzato fa il cuoco, è irlandese e vive a Chicago. Si vedono quando possono, ma una sera Brandon si presenta sotto casa sua per farle un annuncio importante. No. Niente a che vedere con dichiarazioni e proposte di matrimonio. La vita coniugale non è contemplata nel loro futuro di Chef e pasticciera in affari. Bran, infatti, è in procinto di partire per l’estero insieme all’allegra brigata del ristorante stellato per il quale lavora. Decisione che prende senza prima parlarne con lei. Per questo discutono e si rinfacciano ciò che si sono taciuti per anni. Come se non bastasse, il giorno seguente, suo padre le chiede un favore che la porta a scegliere tra l’uniforme da pasticciera e un altro tipo di uniforme...          
Ricapitolando: in meno di due giorni passa dall'essere "fidanzata a distanza" all’essere retrocessa in una “coppia aperta” e la ciliegina sulla torta è… tornare a Stamford, in Connecticut. Lì ha lasciato la Marnie adolescente, la Marnie impacciata, la Marnie sognatrice, la Marnie che credeva nella magia dell’amore vero. Magia che tuttavia non ha mai percepito e a cui ha smesso di credere dopo la sua prima vera delusione amorosa nei confronti del suo migliore amico Irvin Gladwyn. Colui che ha rifiutato le labbra di Marnie appiccicate sulle sue. Quel bacio dato per sbaglio alla festa di fidanzamento di Laurie, il fratello più grande di Irvin di dieci anni, non lo ha mai dimenticato. Forse perché è stato il suo primo bacio e si sa che il primo bacio non si scorda mai. Ora però Irvin sta con Adrienne e la signora Gladwyn ha in programma una grande festa di fidanzamento alla casa dell’Orso. E la torta? Che festa di fidanzamento sarebbe senza la torta? E chi meglio di una cake designer esperta come Marnie potrebbe occuparsene? Ebbene, da ex pretendente ora si ritroverà a dover realizzare la torta di fidanzamento del suo Principino.         
Ma attenzione… il Principe Azzurro stavolta ha un fratello maggiore; padre di un bambino dolcissimo, medico, ben corazzato di muscoli e con due occhi blu dalle tonalità del cielo e dell’oceano mescolate insieme nei quali è facile andare alla deriva…


Che ne pensate? Vi incuriosisce? Vi mando un caro saluto, a presto! :)

Jess

domenica 21 giugno 2020

Recensione 'Mal che vada ci innamoriamo' di Mary G. Baccaglini

Pubblicato da Jess91 a 18:50:00 0 commenti
Era da un po' che non leggevo, così come non scrivevo sul blog. E' passata un'eternità, ma sentivo che prima o poi avrei riniziato, perché le cose che ci piacciono a volte le mettiamo semplicemente in pausa, ma non le abbandoniamo mai del tutto. Ho ripreso a leggere grazie a Mal che vada ci innamoriamo di Mary G. Baccaglini. 
Voi l'avete letto? Vi è piaciuto? Ora vi racconto un po' cosa ne penso... ma prima qualche informazione!

 

Allegra è la protagonista di questo romanzo, una ragazza-donna convinta di sapere tutto sull'amore, difatti gestisce con successo una rubrica su una rivista dove le sue 'Storie possibili' sono pane quotidiano per le sue lettrici, sue affezionate fan, bisognose di consigli d'amore. Eppure si sa, spesso chi è abile nel dare consigli agli altri, pecca su di sé. E Allegra infatti per sé stessa non dispensa buoni consigli, però sbaglia, cade, riprova e - quando capisce che è il momento di farlo - si arrende. A volte però si arrende ancor prima d'iniziare, quando è lì lì sul precipizio e già sa che se cadrà si farà male, molto male. In questo io mi sono rivista tantissimo in lei. Paura. La paura è una cosa brutta, soprattutto perché per la paura della paura (perdonatemi il gioco di parole!), spesso non azzardiamo, non viviamo. Ci fermiamo ancora prima di avere diritto di provare quella paura. Spesso per me è stato ed è così. Quindi questo libro mi è piaciuto, mi ha fatto riflettere. 

Oltre ad Allegra mi sono piaciuti molto anche gli altri personaggi. I casi umani che lei incontra per lavoro a volte mi hanno fatto morire dalle risate, perché alcuni sembravano davvero assurdi, eppure esistono! Ragazzi, uomini che ci illudono, prendono in giro, che non ricambiano i sentimenti... oppure al contrario, che ci amano, ma che purtroppo non riusciamo a ricambiare.

Mi sono piaciute anche le coinquiline di Allegra, così come Bella, la mamma di Allegra, Vittorio, Alex... non voglio spoilerarvi troppo raccontandovi di loro, però posso dirvi che tutti i personaggi sono ben delineati e proverete sensazioni ed emozioni anche per loro, cosa non facile da riscontrare nei romanzi. Insomma, come avrete capito vi consiglio la lettura di questo libro. Personalmente, avendo l'abbonamento Amazon Prime, l'ho potuto leggere gratuitamente. Se anche voi avete l'iscrizione a Prime vi consiglio di non farvelo scappare (ma anche se non avete l'abbonamento!). La lettura scorre piacevolmente, avrete qualche momento per ridere, altri per riflettere, il che non guasta mai!

VOTO: 4/5




lunedì 24 giugno 2019

Recensione "Solo per una notte" di Christina Lauren

Pubblicato da Jess91 a 21:26:00 0 commenti
Buonasera! Wow, non mi sembra vero di esser riuscita a far passare così poco tempo tra una recensione e l'altra, ma ho appena finito questo libro e non vedevo l'ora di parlarvene. Praticamente giorni fa ero su Amazon alla ricerca di qualche titolo interessante e Solo per una notte della Lauren ha attirato la mia attenzione...

TRAMA: 
Non è affatto facile avere a che fare con Hazel Bradford, lei stessa ne è consapevole. Il caos domina la sua vita, non ha filtri e ha l’abitudine di dire e fare la cosa sbagliata nel momento sbagliato. Al college, per esempio, aveva una cotta per Josh, un tipo solitario e tranquillo. Eppure, quando durante una festa ha finalmente l’occasione di rivolgergli la parola, riesce a rovinare tutto, vomitandogli sulle scarpe. Dieci anni dopo, il destino li fa incontrare di nuovo, ma Hazel non vuole più ripetere gli errori del passato, le basta diventare la migliore amica di Josh. È più che sicura che tra loro non potrà mai nascere nulla: del resto, lui sa bene che disastro lei sia! 
Una sera, per tirarlo su di morale dopo una delusione d’amore, da buona amica Hazel lo convince ad accettare un’uscita a quattro. Ma le cose non vanno come previsto... 


Ragazzi, io ho ADORATO Hazel, praticamente è stato il motivo principale dell'acquisto di questo libro. E' puro caos, sul serio e mi ci sono rivista un sacco nel suo personaggio. Ok, lei a tratti è seriamente troppo ma forse la adori proprio per questo: non ha filtri, non finge di essere diversa da ciò che è e, del suo essere strana, ne fa un punto di forza, sebbene per la maggior parte delle persone comuni sia un punto di debolezza. Ci vuole coraggio per essere come lei. Un'altra cosa che mi è piaciuta molto, come già saprà chi ha letto qualche mia altra recensione, è il tema del 'destino'. Non è facile affrontarlo, perché si rischia seriamente di cadere nel banale, però la Lauren mi ha convinto. Così come mi ha convinto il suo stile, i dialoghi... insomma, mi è piaciuto un sacco, ve lo anticipo subito; mi mancava quella sensazione di "necessità-di-divorare-un-libro"! Basti pensare che ne ho terminata la lettura praticamente 10-15 minuti fa.

Anche Josh mi è piaciuto, sebbene sia stato fin dall'inizio un tipo tranquillo. Ecco, in genere la maggior parte di noi lettrici femminili preferisce leggere di tipi particolari, complicati (alias stronzi, ammettiamolo!), eppure lui non è così e mi è piaciuto molto. Il loro rapporto, difatti, seppur inizi con una specie di indifferenza - da parte di lui -, evolve presto in una bella amicizia; lui viene fuori da una relazione difficile, fondata essenzialmente su bugie ed egoismo e ad Hazel, pienamente consapevole di sé, va benissimo essere la migliore amica di Josh, è proprio ciò che ha in mente poco dopo il loro incontro ed è ciò che dichiara apertamente: loro due saranno amici. A lui in realtà piace quasi subito, lo colpisce, però conviene che mantenere un'amicizia sia la scelta migliore. I due architettano appuntamenti stravaganti l'uno per l'altra, alcuni veramente esilaranti, bisogna dirlo. In seguito a un incidente in casa di lei, i due si ritrovano molto presto a convivere nella casa di lui, con Winnie - la cagnolina di lei al seguito. Hazel (ri)entra quindi dopo anni nella vita di Josh e la scombussola, la rende caotica e frizzante, proprio come lei. 
Non è facile però definire i confini di questi sentimenti, del resto converrete che l'amicizia tra uomo e donna è senz'altro uno dei temi evergreen. Spesso l'amicizia è più semplice da gestire, meno impegnativa e ci fa sentire meno vulnerabili.

Per Hazel mantenere un'amicizia con Josh è un punto fermo, è convinta che come amica sia più facile da gestire e sopportare, quasi che il suo essere così strana possa essere giustificato e compreso solo così. Perché solo così non è un problema. Del resto la sua esperienza con i ragazzi le ha insegnato bene tutto ciò e ne ha avuto conferma con Tyler, l'ex con cui afferma di aver avuto la relazione più duratura - sei mesi - mentre le altre non erano altro che storie superficiali, basate solo sul sesso...

Insomma, andrei avanti ancora a lungo a parlarvi di questo romanzo, però rischierei di annoiarvi, quindi - se non l'avete ancora fatto - non posso che suggerirvene la lettura!

Nel caso in cui l'aveste invece già letto vi invito a lasciare un commento per condividere con me la vostra opinione! :)

A presto!

Jess



VOTO: 5/5



 

La ragazza col Kindle Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea